IL PALATO ITALIANO

IL CLIENTE

Il Palato Italiano è una realtà impegnata nella scoperta, valorizzazione e divulgazione dell’arte culinaria italiana attraverso esperienze, attività culturali e una prestigiosa selezione di prodotti eno-gastronomici di eccellenza.

Nella sede centrale di Bolzano, il Palato propone corsi di cucina dal vivo o in TelePresenceeventidegustazioni, oltre a attività rivolte specificamente al mondo delle aziende quali pranzi o cene di lavoro e percorsi di team building.

LA SFIDA

Il Palato Italiano ha affidato all’esperienza di De Simoni Divisione Professionale il delicato compito di progettare e installare i sistemi multimediali nell’area adibita a showroom della sede di Bolzano.

L’ambiente, con un’estensione di circa 80 mq e un’altezza di circa 6 metri, presentava evidenti criticità dal punto di vista acustico date dalla sua ampiezza.

La richiesta del cliente era quella di un’installazione multimediale che coniugasse la qualità audio e video, necessaria a valorizzare al meglio i contenuti aziendali, con un design moderno e curato, in linea con l’ambiente raffinato della sede di Bolzano.

Altro requisito fondamentale era l’assoluta flessibilità del sistema, che avrebbe dovuto adattarsi senza limitazioni alle varie destinazioni d’uso previste per lo showroom, pensato originariamente come una sorta di galleria dell’arte enogastronomica ma potenzialmente convertibile in ristorante e prestigiosa location per eventi.

In un secondo momento la collaborazione è stata implementata con l’affidamento a De Simoni Divisione Professionale della gestione e finalizzazione del sistema di TelePresence ideato da IBM-Cisco e installato al piano superiore della stessa sede di Bolzano.

Un sistema di videoconferenza altamente coinvolgente ed affidabile che, nelle intenzioni, avrebbe dovuto essere adattato alle specifiche esigenze del Palato, dando la possibilità di effettuare lezioni di cucina in remoto, le cosiddette esperienze di Telecooking.

Da un punto di vista tecnologico l’installazione risultava pressoché completa ma gli operatori preposti al suo utilizzo non avevano il know how necessario a farla funzionare declinandola alla specificità dell’idea di Telecooking.

LA STRATEGIA

Nell’area showroom abbiamo ritenuto necessario iniziare con una perizia acustica volta a identificare la soluzione più idonea a garantire un’efficace propagazione del suono nell’ambiente.

Sulla base di quanto emerso nella perizia, per soddisfare le richieste di qualità audio-video, estetica e flessibilità avanzate dal cliente, abbiamo proceduto con l’installazione di:

  • un videowall 3×4 metri centrale
  • due touch screen 55” laterali, collegati a un sistema di digital signage per consentire agli utenti di navigare in tempo reale sul sito del Palato Italiano e eventualmente acquistare o ordinare i prodotti di interesse direttamente online
  • un impianto audio 3.1 K-array
  • un sistema di controllo con app personalizzata per iPad

Nell’area Telecooking, abbiamo condotto uno studio approfondito della parte tecnologica e affiancato Il Palato Italianonella definizione del format per il progetto Telecooking, con lo scopo di individuare la modalità operativa più idonea ad ottenere la massima usabilità delle apparecchiature sia da parte dello chef-insegnante che da parte degli stude