Evento Food_Editore

IL CLIENTE

Il Gruppo Food è una realtà editoriale, con sede a Parma, che opera in diversi settori con servizi fortemente integrati e volti a garantire un’offerta unica e completa: informazione B2B, editoria culinaria, content marketing e consumer promotion.

La mission dell’azienda consiste nella volontà di diffondere la cultura del cibo in Italia e all’estero, fornendo agli operatori del settore gli strumenti e le informazioni strategiche necessarie allo sviluppo del proprio business grazie a un team di esperti redattori, fotografi, cuochi e professionisti della comunicazione e del marketing.

Il gruppo è editore della rivista Food che, da oltre 25 anni, è considerata il mensile di riferimento per l’industria e il retail in ambito food nel nostro Paese, anche grazie al relativo portale foodweb.itA livello internazionale il Gruppo è conosciuto e  apprezzato per il progetto italianfood.netche integra una piattaforma web B2B e una pubblicazione bimestrale.

A queste attività editoriali se ne affiancano altre collaterali come l’organizzazione di eventi, convegni, tavole rotonde e progetti di marketing personalizzati sul cliente. 

LA SFIDA

Il Gruppo Food editore, che da molti anni si appoggia a De Simoni Divisione Professionale per la fornitura e installazione di attrezzature audio e video a supporto della realizzazione dei loro eventi, in occasione dell’edizione 2018 di Cibus- Salone Internazionale dell’Alimentazione ha espresso la necessità di un salto di qualità e ci ha chiesto di contribuire in maniera più incisiva alla progettazione di un grande evento presso il Teatro Regio di Parma, il Food Summit 2018.

L’esigenza principale era, oltre alla normale fornitura di servizi tecnici, quella di una consulenza specifica su come sviluppare e impostare la scaletta dell’evento, calibrando alla perfezione i tempi di regia e garantendo un ritmo ottimale per il susseguirsi degli interventi.

Inoltre, ci è stato richiesto di dare un’identità grafica all’evento attraverso lo studio e la realizzazione di un vero e proprio format per i visual proiettati sul palcoscenico.

LA STRATEGIA

Abbiamo preso in carico l’allestimento tecnico, con l’installazione di 2 proiettori da 20.000 ANSI Lumen, che sono stati affiancati in modalità soft-edge blending, per la proiezioni dei visual e dei contenuti video sullo schermo da 14 metri di proprietà della location ospitante.

Oltre alla progettazione dell’impianto luci, abbiamo allestito e gestito la regia audio, video e la regia camere broadcastcon relativo streaming video.

Inoltre, abbiamo filmato integralmente l’evento, realizzando un video report emozionale.

Vista la forte vocazione internazionale dell’evento, con la partecipazione di molti ospiti stranieri, abbiamo proposto il ricorso alla traduzione simultanea peragevolare la fruizione dei contenuti al pubblico straniero in sala. Ci siamo occupati, quindi, della fornitura e installazione delle attrezzature tecniche necessarie, gestendo in toto il servizio grazie alla collaborazione con l’agenzia Interconsul.

Ma la parte più impegnativa è stata l’ideazione del format dell’evento, con la realizzazione della sigla iniziale, del jingledi introduzione agli interventi on stage, dei sottopancia e dei visual che hanno animato lo schermo per tutta la durata dell’iniziativa.

IL CLIENTE

Mode Intearctive è una versatile e innovativa agenzia di comunicazione attiva dal 2004, con la quale abbiamo una proficua collaborazione da molti anni.

Grazie alle sue tre sedi operative (Firenze, Milano e Lugano) e a una forte vocazione internazionale, ha conquistato negli anni la fiducia di importanti multinazionali, molte delle quali nell’industria farmaceutica.

LA SFIDA

Estate 2017– Una rinomata azienda dell’industria farmaceutica contatta Mode Interactive per curare la comunicazione di un evento su due giorni dedicato a un importante lancio di prodotto.

La sede prescelta per l’incontro, destinato alla forza vendita, è la meravigliosa isola di Ischia: due eleganti hotel, il primo che ospiterà il meeting di presentazione istituzionale e scientifica del prodotto e la successiva cena di gala, il secondo dedicato a un team building per la rete commerciale e gli informatori scientifici.

Mode ci contatta per curare la parte tecnica dell’evento e, dopo il sopralluogo di rito sulle location, progettiamo l’allestimento audio, video e luci immaginando di incorniciare il telo di proiezione residente della location con due quinte led laterali di 4×4 metri e una terza quinta led 1,5×4 metri nella parte inferiore, tutte caratterizzate da giochi di luce a moduli per un effetto molto scenografico.

Tutto molto bello. Se non fosse che, a solo una settimana dalla data dell’evento, l’isola di Ischia viene letteralmente devastata dal tremendo terremoto del 21 agosto 2017, con un pesante bilancio di 2 morti e 42 feriti.

Nel giro di poche ore si attiva un piano di emergenza per spostare l’evento sulla terraferma, per essere più precisi presso l’Hotel Royal Continental di Napoli. Una location che non conosciamo, senza la possibilità di effettuare un ulteriore sopralluogo per evidenti limiti di tempo.

LA STRATEGIA

Abbiamo allestito la nuova location adattando l’allestimento previsto in prima battuta e prestando la massima attenzione a mantenere un’assoluta coerenza con l’immagine dell’evento.

Abbiamo installato una regia video Analog Way DiventiX-II e un videoproiettore Sanyo PLC-HF15000L full HD 2K, con un impianto audio QSC composto da 4 teste e 2 sub, per garantire la migliore esperienza sonora e visiva al pubblico in sala. Per l’allestimento luci abbiamo pensato a creare una suggestiva scenografia con degli Smart Bat, luci led estremamente versatili e performanti, che hanno il vantaggio non indifferente di essere completamente wireless e quindi risultare perfettamente adattabili a qualunque esigenza di set up.

Siamo riusciti anche ad usare le quinte led nella nuova location, adattandole alla dimensione della sala e creando un allestimento alternativo negli ambienti circostanti con i moduli inutilizzati.

IL CLIENTE

Dulevo International è un’azienda della provincia di Parma che produce spazzatrici per la pulizia commerciale, industriale e urbana. Presente in oltre 80 paesi mondiali con un’ampia gamma di prodotti gamma di prodotti, si colloca fra le cinque più importanti aziende del settore a livello mondiale.

LA SFIDA

Per celebrare il quarantesimo anniversario della nascita dell’azienda, in collaborazione con Digital Dodo, nostro partner esclusivo per le produzioni video, abbiamo suggerito al cliente una soluzione alternativa al classico spettacolo pirotecnico solitamente previsto in queste occasioni.

L’idea era quella di uno show multimediale immersivo capace di sfruttare e valorizzare al meglio le caratteristiche della location di eccezione scelta per le celebrazioni, il castello di Fontanellato (PR).

Tale contenuto avrebbe dovuto avere una diretta attinenza con la storia di Dulevo richiamandone i momenti più importanti in relazione al contesto storico e culturale del periodo.

LA STRATEGIA

Vista l’impossibilità di effettuare la proiezione sulle pareti esterne del castello, a causa della presenza, nella piazza antistante, di una tensostruttura lunga 45 metri per la cena di gala, abbiamo optato per un mapping nel cortile interno dell’edificio.

De Simoni ha assunto la direzione tecnica dei lavori, affidando a Digital Dodo la direzione artistica e multimediale.

Uno studio di fattibilità preliminare ci ha consentito di verificare l’esistenza delle condizioni idonee per l’installazione dei proiettori nel pieno rispetto dei vincoli artistici della location, che impedivano il montaggio di strutture provvisorie.

Il nostro partner ha mappato due delle quattro pareti dell’edificio e elaborato un visual multimediale della durata di 6 minuti circa, sfruttando e valorizzando il forte effetto immersivo dato dalla vicinanza del pubblico alla superficie di proiezione.

Per garantire l’intensità dell’esperienza, abbiamo installato 4 proiettori per un totale di 80.000 Ansi Lumen.

Anche l’acustica è stata studiata con cura: abbiamo perciò sfruttato il naturale effetto di cassa armonica offerto dalla location e scelto un impianto che lo valorizzasse al meglio. Infine, abbiamo progettato un set luci scenografico e d’impatto per il momento del brindisi finale.

Tutte le fasi di montaggio e smontaggio degli impianti si sono svolte nottetempo, nel rispetto delle indicazioni ricevute dal cliente, limitando l’occupazione dell’area del castello a solo due giornate complessive.

IL RISULTATO

IL CLIENTE

Mode Interactive è un’agenzia di comunicazione con sedi a Milano, Firenze e Lugano, che vanta un portafoglio clienti di grande prestigio.

Alcon, divisione oftalmica del gruppo svizzero Novartis, ha commissionato loro la realizzazione di un filmato 3D stereoscopico con inserimento di motion graphics animate per raccontare le caratteristiche delle nuove lenti a contatto per astigmatici Focus Dailies AcquaComfort Toric.

L’obiettivo è di dare alla propria rete commerciale non solo un’adeguata formazione su tutti gli aspetti tecnici del prodotto in questione ma anche uno strumento di marketing a supporto dell’attività di vendita.

LA SFIDA

Nelle intenzioni del cliente finale il filmato, destinato a essere caricato su una cinquantina di visori VR, doveva andare a integrare alcuni filmati pre-esistenti in una gradevole cornice narrativa ed esperienziale.

La richiesta di un video in 3D che contemporaneamente fosse realizzato in soggettiva, adottando il punto di vista della cliente che si reca dall’ottico per provare le lenti, comportava alcune difficoltà tecniche in particolare nella gestione delle interazioni tra il protagonista e gli altri attori.

Un’ulteriore criticità consisteva nella risoluzione non ottimale dei materiali audiovisivi da integrare e nella loro natura tecnica (infografiche animate).

Infine, la realizzazione dell’intero progetto prevedeva delle tempistiche tassativamente ristrette: meno di tre settimane dall’ideazione della campagna alla consegna dei visori pronti all’uso, con un’unica giornata disponibile per le riprese. 

LA STRATEGIA

Per ottimizzare i tempi di realizzazione delle riprese, abbiamo provveduto autonomamente al reperimento degli attori e all’individuazione della location più idonea.

Abbiamo poi proceduto con l’adeguamento della bozza di storyboard fornita dal cliente alle particolari caratteristiche del progetto, previa prova in studio di tutte le interazioni della protagonista con l’ambiente circostante e gli altri attori, allo scopo di evitare movimenti e transizioni troppo ampi che potessero provocare un senso di vertigine in chi indossa il visore.

Su queste basi abbiamo infine elaborato un copione dettagliato che ci ha consentito una maggior efficienza nella realizzazione delle riprese.

Inoltre, per rendere coerente a livello narrativo l’inserimento dei video scientifici, li abbiamo trasformati in ologrammi e abbiamo previsto che venissero mostrati tramite un tablet nelle mani dell’ottico.

IL CLIENTE

Il Palato Italiano è una realtà impegnata nella scoperta, valorizzazione e divulgazione dell’arte culinaria italiana attraverso esperienze, attività culturali e una prestigiosa selezione di prodotti eno-gastronomici di eccellenza.

Nella sede centrale di Bolzano, il Palato propone corsi di cucina dal vivo o in TelePresenceeventidegustazioni, oltre a attività rivolte specificamente al mondo delle aziende quali pranzi o cene di lavoro e percorsi di team building.

LA SFIDA

Il Palato Italiano ha affidato all’esperienza di De Simoni Divisione Professionale il delicato compito di progettare e installare i sistemi multimediali nell’area adibita a showroom della sede di Bolzano.

L’ambiente, con un’estensione di circa 80 mq e un’altezza di circa 6 metri, presentava evidenti criticità dal punto di vista acustico date dalla sua ampiezza.

La richiesta del cliente era quella di un’installazione multimediale che coniugasse la qualità audio e video, necessaria a valorizzare al meglio i contenuti aziendali, con un design moderno e curato, in linea con l’ambiente raffinato della sede di Bolzano.

Altro requisito fondamentale era l’assoluta flessibilità del sistema, che avrebbe dovuto adattarsi senza limitazioni alle varie destinazioni d’uso previste per lo showroom, pensato originariamente come una sorta di galleria dell’arte enogastronomica ma potenzialmente convertibile in ristorante e prestigiosa location per eventi.

In un secondo momento la collaborazione è stata implementata con l’affidamento a De Simoni Divisione Professionale della gestione e finalizzazione del sistema di TelePresence ideato da IBM-Cisco e installato al piano superiore della stessa sede di Bolzano.

Un sistema di videoconferenza altamente coinvolgente ed affidabile che, nelle intenzioni, avrebbe dovuto essere adattato alle specifiche esigenze del Palato, dando la possibilità di effettuare lezioni di cucina in remoto, le cosiddette esperienze di Telecooking.

Da un punto di vista tecnologico l’installazione risultava pressoché completa ma gli operatori preposti al suo utilizzo non avevano il know how necessario a farla funzionare declinandola alla specificità dell’idea di Telecooking.

LA STRATEGIA

Nell’area showroom abbiamo ritenuto necessario iniziare con una perizia acustica volta a identificare la soluzione più idonea a garantire un’efficace propagazione del suono nell’ambiente.

Sulla base di quanto emerso nella perizia, per soddisfare le richieste di qualità audio-video, estetica e flessibilità avanzate dal cliente, abbiamo proceduto con l’installazione di:

  • un videowall 3×4 metri centrale
  • due touch screen 55” laterali, collegati a un sistema di digital signage per consentire agli utenti di navigare in tempo reale sul sito del Palato Italiano e eventualmente acquistare o ordinare i prodotti di interesse direttamente online
  • un impianto audio 3.1 K-array
  • un sistema di controllo con app personalizzata per iPad

Nell’area Telecooking, abbiamo condotto uno studio approfondito della parte tecnologica e affiancato Il Palato Italianonella definizione del format per il progetto Telecooking, con lo scopo di individuare la modalità operativa più idonea ad ottenere la massima usabilità delle apparecchiature sia da parte dello chef-insegnante che da parte degli stude